A Fabio, 5 aprile 2009.

sabato 17 dicembre 2011

Test

Dopo oltre 2 anni venerdi mi sono sottoposto al Test di Conconi sotto l'attento sguardo del coach, lui scettico io ottimista su eventuali miglioramenti dello stato di forma. Il risultato e' stato che rispetto a due anni fa sono migliorato. Eccome. Senza entrare nei particolari (i miei parametri rimangono sempre mediocri, rapportati all'eta') ho migliorato la velocita' di soglia di oltre 20", ed anche la velocita' di punta e' risultata migliorata.

Insomma, se avessi dei piedi normali, potrei anche togliermi delle belle soddisfazioni. E pensare che proprio quest'anno i miei allenamenti non sono stati certamente regolari ed ottimali. Rimarcherei solo le folli scalate in bicicletta sulle Dolomiti e sul Monte Grappa, ma per la corsa e per il nuoto sono stato molto indisciplinato. E nonostante tutto, sono riuscito a migliorare il personale in maratona. Il coach ancora non se ne capacita, ma io so che il miglioramento del fisico con un peso che numericamente magari non e' tanto diverso dal passato (a New York, l'anno scorso, pesavo uguale a Firenze quest'anno), ma evidentemente le massa magra ha preso il posto di una parte della massa grassa, dandomi maggiore agilita' e velocita'.

Ho poi potuto essere supervisionato dal coach stesso nella seduta di nuoto che aveva con una sua pupilla, L., valente duathleta in netto miglioramento nel nuoto e sono quindi tornato alla piscina Dogali di Modena, che frequentavo d'estate poiche' e' una 50m, e come si sa a Bologna le piscine da 50m languono. Il test, anche in questo caso, e' stato positivo, anche se alla lunga ero distrutto. Esperimento che il coach ha gia' detto di voler periodizzare, perche' come elemento di disturbo (ovvero come tappo e centroboa) sono fantastico e quindi -per la crescita natatoria di L.- un grosso (grasso) stimolo.

Per contro il mio alimentarista (giovedi) e' disperato: mi aspettava 5 chili piu' leggero. Io gli ho spiegato che abbiamo sbagliato alcune cose, come ritenere il periodo giusto di stacco ottobre/novembre (secondo lui), mentre io penso che il periodo migliore sia dicembre, e su questo ho promesso che da qui al 14 gennaio (piu' o meno) mollero' tutto (tranne il nuoto, senno' mi cacciano!) Ho cercato di spiegargli che far dimagrire me e' un'impresa titanica, e che il sorprendete risultato di aprile e luglio (quando riuscii a vedere per due volte 79,xx kg) sono risultati eccezionali, destinati probabilmente a ripetersi e a stazionarsi con la dovuta (mia) perseveranza e (sua) pazienza.

A parte cio', questa settimana solo qualche nuotata, e, convinto il coach, la ripresa vera del programma di allenamento a dopo l'epifania, da cui iniziera' la preparazione (tutta personalizzata) alla 100k del Passatore e all'IM di Nizza. Per iniziare.

2 commenti:

Flavio ha detto...

Ciao Iron, ma corri per caso per la Granarolo? Se si allora scusa se non ti ho salutato oggi, mi sembrava di averti già visto ma non riuscivo ad associare al nome. Se invece non eri tu.. beh, un saluto lo stesso :)
Per la cronaca ero li al seguito di Jack, Giovanna e Roberta, miei amici della Granarolo.

Ironfrankie ha detto...

Ciao Flavio, no sono il tecnico federale del Triathlon del Porta Saragozza e corro per questa societa'. Ero fino a qualche anno fa della Granarolo, ed e' per questo che (comunque) vi saluto tutti.. :-)
Vesto sempre la divisa del Porta Saragozza, pero', come puoi vedere nella foto a fianco dell'ultimo post.