A Fabio, 5 aprile 2009.

giovedì 17 febbraio 2011

Tuttadritta


Non mi riferisco alla magnifica 10 km torinese, ma al fatto (e tocco ferro!) che quest'anno molte cose (se non tutte) vanno per il verso giusto. Prima di tutto il fisico regge. Per ora niente influenza, niente fitte ai piedi, indolenzimenti nella norma (eccezion fatta per il post campestre).

Inoltre la dieta sta procedendo e sto calando (soprattutto in cm girovita) pur sentendomi in piena forma, anzi piu' in energie. Tra l'altro l'alimentarista (nuovo) si difende bene anche in bici, dato che a Laigueglia domenica ha tenuto una media dei 34 kmh, considerando un dislivello di 1600m e che e' la prima gara della stagione... Chapeau!

Va bene anche il meteo, che mi consente di uscire in bici spesso (correre o nuotare non vengono influenzati da 2 gocce o 2 fiocchi), e -oltretutto- quando scendo dal mezzo finalmente non ho dolori alla schiena (ma c'e' il suo perche'). Quest'anno, poi con l'obbiettivo dichiarato di 2 Ironman, mi sento molto motivato. Inoltre Gianni, che oltre ad aver scelto quest'anno la gloriosa Polisportiva Porta Saragozza, e' colpito da una seconda giovinezza, e mi stimola continuamente a migliorare, un po' con la carota (lasciandomi credere di correre piu' forte di lui) un po' con il bastone (dandomi poi una sonora lezione in bici).

Finalmente stimolante anche il nuoto, perche' aggregandomi ai Master CUSBO (irragiungibili quanto a tempi e simpatia), ma molto positivi in volumi ed intensita' di allenamenti. E -fra parentesi- domenica saro' ai blocchi dei 50m e 200m stile nei regionali a Riccione (io, lunghista per eccellenza! Ci sara' da ridere fin dal tuffo...)

Insomma, una stagione partita alla grande, ed anche il coach Costa ha subodorato che si puo' lavorare, dandomi un secondo ciclo "specifico estensivo" piuttosto intenso. In questa prima settimana le ore sui pedali arriveranno a 6 (all'ottava saranno 9/10), perche' ovviamente e' il segmento su cui devo lavorare di piu'.

E quindi una bella bici lunedi e martedi. Corsa ieri (no report, Garmin morto) ed oggi (e poi alla grande!): considerato che domenica ho partecipato al diecimila di Granarolo (quasi a tutta ho fermato il crono -49'52"- sul mio terzo tempo di sempre sulla distanza), pensavo di essere molto piu' stanco.

Domani riposo "attivo", con visita alla B.I.T. (Borsa Internazionale del Turismo) che mi permette di raccogliere informazioni sulle localita' che ospiteranno le gare, e sabato di nuovo fuori sui pedali.

Insomma, e' finito il tempo dei giochetti.

2 commenti:

kaiale ha detto...

felice che tutto giri bene,
non sempre è facile che si acosì-...ti auguro duri e che ti possa divertire

alessio

Ironfrankie ha detto...

Grazie! Spero sia uguale per te!