A Fabio, 5 aprile 2009.

venerdì 19 ottobre 2007

Homo tecnologicus

Oggi oltre a visitare un interessante negozio di articoli sportivi in quel di Modena (la Cosa cresce), mi sono dedicato a sgrugnarmi con una realta' a cui dovro' rassegnarmi. Prima o poi il computer da cui sto scrivendo diventera' obsoleto (o, peggio, tirera' le cuoia) e dovro' cambiarlo.

Cosi', oggi approfittando di una scarsissima vena sportiva/allenatoria sono andato prima in un centro commerciale (PC City) dove trovi buoni prezzi e poca (se non nulla) competenza, quindi o ne sai o lasci perdere, perche' il personale (scusa Flavia, ma non ne sai mezza) non e' certo all'altezza. Qui ho trovato una bestia quadcore (Q6600), 1gb di ram 250 giga di disco fisso (upgradabile) corredato da servizi pro homo nerdus (ovvero pigro che vuole il computer fatto e finito).

Preventivo e via di corsa al negozio storico locale, che offre servizio di prim'ordine (con tecnici e assistenza competente) anche a livello domiciliare. Ma lo scoglio e' intendersi, con questi. Perche' appena accenni a "fastweb" gia' la faccia si scurisce (Embe'? Io c'ho Fastweb da 10 anni... la devo cambiare perche' a te non piace?). Figuriamoci quando ho aggiunto "rete domestica". E' partito per la tangente. Ha telefonato al "laboratorio" e si e' fatto confermare che una volta installata la rete tutto il contenuto della stessa sarebbe stato condiviso con il mondo intero. Terrestre e marziano.

Per mezzora e' stato in loop completo. Hug... firewall... fastweb... rete domestica... condivisione... hug.. Non c'era verso di calmarlo.Impossibile, tuttavia, fare l'unica cosa che ho chiesto (ovviamente non per colpa dei venditori, ma perche' Bill Gates ha deciso cosi'): ovvero prendere il disco fisso che ho su ora, con programmi (piu' che dati, so anch'io che i dati basta "trascinarli") anche storici di cui ho perso SN, UserID e cose di questo tipo (facezie, no?) e -impossibile dicevo- metterlo nel nuovo apparato e accendere. E come d' incanto il mio vecchio Win xp riconosca tutto, e tutti i programmi girassero perfettamente.

Se voglio implementare una rete (con un server) devo acquistare Windows server 2006 (e passi) e resettare tutti i dischi (e si, certo, come no), per una rete domestica ci vuole un firewall in scatola, fra la l'hug e lo switch, ma sempre rimane da fare la reinstallazione di tutti i programmi etc. Vabbe' alla fine ero in loop anche io. E me ne sono uscito con un foglio di una configurazione di un'altra bestia e amen.

E quindi la settimana in cui non avro' niente da fare comprero' un nuovo pc e da solo (perche' poi alla fine sono capace) mi dedichero' a questo, comprando scorte di cibo per una settimana, staccando cellulari, telefoni, mandero' Carla a farsi una vacanza, sperando che non scoppi la terza guerra mondiale.

In serata ci ha pensato Ruggio a farmi dimenticare la sbornia tecnologica, con 8 x 50m esercizi misti (2 delfino, 2 dorso, 2 rana e 2 stile), 2 x100m gambe stile e 12 x50m stile a 55". Seguiti da esercizi di tuffo, sia da bordo sia da blocco.

2 commenti:

unoazero2000 ha detto...

"Vabbe' alla fine ero in loop anche io".
...questa me la segno :) perchè è bella. E io allora che stò pensando, oltre che a Firenze ;) ad un Mac?? Mah...
Ciao!
unoazero2000

IronFrankie ha detto...

Provare per credere. Non so come e' con i Mac, ma ora dopo 24 anni di dos-win non puoi cambiare. E' come se cambiassi sesso.......