A Fabio, 5 aprile 2009.

sabato 3 novembre 2007

Riposo tattico

Dopo il doppio impegno del venerdi, con la seduta di nuoto serale pesante (ma senza crampi) perche' eravamo in pochi (5 in 2 corsie), e la Fede, unica mia compagna in corsia, o volava a rana/dorso/gambe (dandomi una vasca ogni 4, se non meno) o stava in scia a stile, e dunque ho fatto una gran fatica in ogni caso, oggi ho scelto il riposo tattico. Nonostante la bella e tiepida giornata ho anche resistito alle lusinghe della bici che mi chiamava dal box per una pedalata. Domani altra corsetta di 7 chilometri (lo dico subito), a Calderara, stavolta, con Carla che riprovera' ancora per vedere se l'anca e la bandelletta tengono.

Ci sarebbe anche la mezza maratona (ma anche i 13 km), domani, ma resisto alla tentazione e ho deciso che quest'anno le centellino, le mezze. Al massimo, da qui all'Ironman di meta' aprile, saranno 2 o 3. Per il resto lavori di qualita'. Non posso certo permettermi di infortunarmi ancora. E a quanto pare i miei piedi non sopportano uno sforzo prolungato. Per di piu' nella maratona dell'IM non sono mai stato un fulmine di guerra quando stavo bene, figuriamoci ora che ho sempre un doloretto che spunta dopo una decina di chilometri.

2 commenti:

G.Monetti ha detto...

Ciao Federico, grazie per i consigli, anzi se mi dai qualche chicca in piu' te ne sarei grato. Comunque, per quanto riguarda il progetto cento città posso dire di conoscerlo alla perfezione visto che l'abbiamo utilizzato per la società di cui sono il fondatore e responsabile. Ciao a presto Peppe

IronFrankie ha detto...

Domenica, alla seconda parte del corso, m'informo su come verra' fatto l'esame, eppoi ti dico.
A presto!