A Fabio, 5 aprile 2009.

lunedì 27 ottobre 2008

Finiti i canditi

Eccoci. Sono finiti i canditi, come diciamo qui, per dire che la festa e' finita. Poco prima del 16 km ed ero ancora fresco e con la gamba sciolta, ad un passo medio di 5.39/km (perfettamente in media) sebbene all'U-turn dei 10,50 km mi sia preso un minuto di relax camminando per mangiare un gel e bere un po' d'acqua, e nonostante il percorso fosse lievemente in salita (Virgin, Casalecchio nuovo municipio, via Canaletta, Parco Talon, lungo Reno strada privata Sapaba, e dentro la vecchia autostrada chiusa e ritorno, al 16imo km, dicevo, le fitte ai piedi, che fino a quel momento erano appena percettibili, anzi, neanche, in 100m si sono fatte insostenibili, costringendomi a rallentare il passo... poi a camminare... anche a sperare che passassero... ma alla fine su un blocco di cemento che nel fine settimana chiude la strada privata Sapaba ad appoggiarmi per estrarre i piedi dalle scarpe e massaggiarli. Pochi minuti, e via! poter ripartire, anche se per lo sconforto (ed anche uno strappo in salita nel Talon e dopo il ponte nuovo vicino al Municipio) ho camminato altre due volte. eppure 21,34 km senza fare una piega, se non fosse per i piedi.

Eccoci. Finiti i canditi. L'illusione di potermi permettere ancora dei lunghi s'infrange contro una realta' che parla chiaro. I miei piedi sopportano 15/16 km o 90 minuti. Dopo di che non ci sono santi, i dolori appaiono. Pazienza, tanto oramai a Reggio sono iscritto.

I 21 km di oggi

1 commento:

shark ha detto...

Le maratone e gli Ironman si fanno con la testa....diglielo ai tuoi piedi che non molli...che si adeguino!!!
ciao Fede
pasquale